Pubblicato il 31 Agosto 2022
Rinascono su DVD le composizioni di Alfredo d'Ambrosio per violino e pianoforte
Lucilla & Zsuzsana ottimo duo

20220831_Dvd_00_AlfredoDAmbrosioAlfredo d'Ambrosio (1871-1914)
"Dedicato a..."
Lucilla Rose Mariotti violino
Zsuzsana Homor  pianoforte
Produzione The Achor Pictures
Registrato nel dicembre 2021 nella reggia ungherese di Godöllö, già dimora di Sissi-Elisabetta consorte di Francesco Giuseppe, imperatore prendono nuova vita grazie a iniziativa dell’oggi dissolto Comitato per i Grandi Maestri di Ferrara e la Achord Pictures di Budapest, le pièces di Alfredo d’Ambrosio (1871-1914) un tempo famose e suonate dai grandi musicisti dell’arco.
Nel DVD, presto in vendita a € 20 in Italia e all’estero, la giovane talentosa Lucilla Rose Mariotti, con la sapiente collaborazione al pianoforte di Zsuzsana Homor, sempre più nota al pubblico per i molti concerti eseguiti in importanti teatri e festival, propone 13 brani dedicati a grandi musicisti o ad amici del compositore d'Ambrosio.
Lo stile è raffinato e la musica mai convenzionale, e viene ancora oggi ricordata, specie in Inghilterra, dove la musica da “salon”, e l’atmosfera della Belle Époque, sono tuttora ricordate e talora eseguite e incise.

20220831_Dvd_01_AlfredoDAmbrosio_facebook

A pieno titolo possiamo definire d’Ambrosio “il Fritz Kreisler italiano”, e chi ascolterà questi brani musicali ne coglierà la affinità di gusto, anche se d’Ambrosio dovrebbe considerarsi antesignano di Kreisler.
Il DVD è prenotabile collegandosi con Gianluca La Villa e la sua email “gianlucalavilla@yahoo.it”  (a.t.)

Crediti fotografici: Fototeca gli Amici della Musica Uncalm
Nella miniatura in alto: il compositore Alfredo d'Ambrosio in una fotografia d'epoca
Sotto, da sinistra: la violinista Lucilla Rose Mariotti; il Dvd di prossima uscita; la pianista Zsuzsana Homor





Pubblicato il 30 Marzo 2020
I Concerti per violino e orchestra di Alfredo d'Ambrosio pubblicati in Dvd
Alla scoperta di due capolavori recensione di Athos Tromboni

190909_Dvd_00_AlfredoDAmbrosio_copertinaAlfredo d'Ambrosio (1871-1914)
Concerto n.1 in Si minore per violino e orchestra op.29
Concerto n.2 in Sol minore per violino e orchestra op.51
Laura Bortolotto, Christian Sebastianutto, violini
Orchestra Nuove Assonanze dir. Alan Freiles Magnatta
Produzione The Achor Pictures
È uscito, nella collana "Capolavori del Novecento musicale italiano" il Dvd che raccoglie i due Concerti per violino e orchestra del compositore napoletano Alfredo d'Ambrosio, nato nel 1871 e scomparso nel 1914.
Si tratta di una ripresa dal vivo della serata che si è svolta nella Chiesa dei Servi di Lucca il 7 ottobre 2018, promossa dal Comitato per i Grandi Maestri presieduto da Gianluca La Villa.
Il Concerto n.1 in Si minore per violino e orchestra fu composto nel 1903: dedicato al grande violinista del passato Arrigo Serato, fu eseguito in prima assoluta proprio dal dedicatario a Berlino, il 29 ottobre 1904.
Il Concerto n.2 in Sol minore per violino e orchestra op.51 fu invece composto nel 1912, con dedica a Jacques Thibaud; venne eseguito da George Enescu in prima assoluta a Parigi il 6 aprile 1913.
Fino agli anni '50 del Novecento i due concerti di d'Ambrosio arricchivano il repertorio dei più celebri violinisti dell'epoca; poi, nel secondo dopoguerra, caddero nell'oblio.
A riproporre questa belle e dimenticate pagine romantiche, con la Orchestra Nuove Assonanze diretta da Alan Freiles Magnatta, sono stati chiamati dal Comitato per i Grandi Maestri, i violinisti Laura Bortolotto (già coinvolta dal Comitato per l'incisione nel 2016, sempre in Dvd, del Concerto per violino di Antonio Illersberg) e Christian Sebastianutto (che aveva già eseguito a Lucca il Concerto n.2 di d’Ambrosio nell’aprile precedente).

La Bortolotto ha egregiamente valorizzato il lirismo del Concerto n.1 dominando l'arco fin dal primo movimento (un Grandioso, moderato e sostenuto) risolvendo in maniera magistrale sia i legati rapidissimi, sia i grappoli di note doppie, variazioni e quant'altro può servire al virtuosismo per sviluppare i modi di una tecnica che comunque non si abbandona a sé stessa, mantenendo un bell'equilibrio con la seducente melodia degli slanci romantici: soprattutto nell'Andante Lento del movimento centrale, vero epicentro espressivo di tutta la composizione.

190909_Dvd_01_AlfredoDAmbrosio_LauraBortolottoAlanFreilesMagnatta_facebook


Sebastianutto, avendo a disposizione uno spartito molto più moderno (possiamo dire che i nove anni che separano la composizione del due lavori di d'Ambrosio, stilisticamente si dilatano a ben più di nove anni, essendo il Concerto n.2 molto più "novecentesco" del suo fratello maggiore...) imprime al suono del proprio strumento una autorevolezza che gli è consentita dalla scrittura di d'Ambrosio: molto più dissonante del Concerto n.1, utilizza questa prevalenza per farsi strumento-guida non solo negli assieme, ma anche nelle sollecitazioni alle varie sezioni là dove sia possibile il confronto anziché l'idillio.
Da parte sua Freiles Magnatta asseconda i solisti, in piena sitonia di intenti interpretativi. Brava e malleabile l'Orchestra Nuove Assonanze.
La ripresa video è ben eseguita; e soprattutto nel Concerto n.2 il videomaker sa cogliere i passaggi solista-sezioni e sezione-sezione con molta puntualità e tempismo.
Particolarmente apprezzabili, poi, sono i numerosi primi piani sui solisti, dove diventano visibili, oltre la mimica facciale comunque espressiva della fatica e della concentrazione, anche le diteggiature sulla tastiera.
Ottimo l'equilibrio del suono, con dinamiche misurate e ben remixate fra il solo e il tutti. Bella la fotografia.
A compendio del Dvd, infine, un prezioso libretto che riporta le informazioni musicologiche dei due concerti e del compositore d'Ambrosio, e le informazioni relative agli artisti e all'orchestra.
Facile la prenotazione: gianlucalavilla@yahoo.it - Pagamento: www.PayPal.Me/GianlucaLaVilla

190909_Dvd_02_AlfredoDAmbrosio_ChristianSebastianuttoAlanFreilesMagnatta

Crediti fotografici: Ufficio stampa Comitato per i Grandi Maestri
Nella miniatura in alto: la copertina del Dvd recante la foto del compositore Alfredo d'Ambrosio
Sotto: i violinisti Laura Bortolotto e Christian Sebastianutto solisti del concerto a Lucca





Pubblicato il 24 Maggio 2017
Tratto dal musical ŦIl Primo Papaŧ un brano di Labriola e Govoni viaggerā in Corea del Sud
Il Padre Nostro inciso da Benedetta Kim recensione di Athos Tromboni

170524_Dvd_00_PadreNostro-BenedettaKimBenedetta Kim - Padre Nostro
dal Musical "Il Primo Papa"
musica di Tony Labriola e Stefano Govoni
E' uscita la versione coreana, per la voce del soprano Benedetta Kim, (qui in veste anche di autrice), del "Padre Nostro" dal musical "Il Primo Papa", spettacolo di straordinaria bellezza che racconta la storia degli ultimi giorni di Pietro, primo Papa nella Roma imperiale di Nerone. La produzione del musical si avvaleva della rilevante partnership della Città del Vaticano, attraverso il Vicariato di Roma e il “Pontificio Consiglio per la Famiglia", che hanno permesso di raggiungere la benedizione di Papa Francesco grazie alla concessione da parte del Centro Televisivo Vaticano e della Radio Vaticana di immagini inedite della preghiera del Santo Padre sulla tomba di San Pietro e di un brano della recitazione del “Padre Nostro” effettuata pochi giorni dopo la sua elezione al soglio di Pietro. 170524_Dvd_01_PadreNostro_Copertina
Nel filmato Papa Francesco interviene con la sua voce proprio nel “Padre Nostro” che è la canzone sacra per eccellenza del musical di Labriola e Govoni; ed è nel contempo il pezzo più bello fra le 21 canzoni dell'intero spettacolo. La preghiera  di Papa Francesco è stata inclusa quale contenuto speciale nel Dvd di tutta l’opera e negli spettacoli andati in tour mondiale.
Ora, dopo due anni di successi dello spettacolo dal vivo e in film, anche il soprano coreano Benedetta Kim, vivente e operante in Italia, ha inciso il "Padre Nostro" in un Dvd che la stessa cantante porterà nella sua Seul, e in altre città della Corea del Sud, durante una tournée che la vedrà impegnata l'ultima settimana di maggio e nel mese di giugno 2017.
Sarebbe lungo elencare qui le innumerevoli partecipazioni artistiche di Benedetta Kim, in Italia e all'estero, compreso la Corea del Sud dove proprio nel 2016 ha ricevuto l'ambito e prestigioso premio «Korea Sharing Awards» e quello ancora più importante di "Persons of the Year Award" per i suoi meriti artistici di cittadina coreana all'estero: basti dire che Kim Eun Kyoung, che ha assunto il nome d'arte di Benedetta per gli italiani e gli europei, continua a lavorare incessantemente come soprano lirico spaziando dalle romanze d'opera all'operetta al musical, conservando però in repertorio le canzoni popolari coreane e la canzone napoletana; e non disdegnando, quando glielo richiedono, di interpretare anche canzoni italiane francesi e spagnole con la voce non impostata.
170524_Dvd_02_PadreNostro_PapaFrancesco1
Per questo Dvd, Benedetta Kim ha tradotto il testo in lingua coreana, e dunque canta il "Padre Nostro" nella propria lingua madre, accompagnata dal coro e dall'orchestra, proprio come nel musical.
La suggestione è grande, perché rimangono in italiano solo le parole del titolo, ma vi è da dire che la musicalità della lingua coreana non ha nulla da invidiare alla rotondità della nostra lingua nazionale. Pertanto, sia nel canto spianato che nelle puntature in acuto, la voce di Benedetta Kim esce timbrata, piena, suadente, efficacissima. In zona acuta, poi, la suggestione diventa più intensa, grazie alle ricche armoniche che sono patrimonio della vocalità della Kim.
Il Dvd è destinato sicuramente ad incontrare il favore incondizionato degli appassionati d'opera e musica della Corea del Sud e non è difficile pronosticare un ottimo successo dell'iniziativa discografica voluta da Kim Eun Kyoung come segno tangibile della perfetta compenetrazione fra le due culture musicali, quella italiana e quella coreana.
Il rapporto di Benedetta Kim con l'Italia non è solo di carattere sentimentale, in quanto lei ama molto il nostro Paese, ma anche professionale: la cantante coreana, infatti, ha collaborato e collabora con le Ambasciate Italiane all'estero, in circostanza di avvenimenti celebrativi e spettacolari promossi dalle stesse Ambasciate per valorizzare la musica italiana all'estero.

 

170524_Dvd_03_PadreNostrofacebook
170524_Dvd_BenedettaKim_PersonalPremioAward

Crediti fotografici: Fototeca gli Amici della Musica.Net
Nella miniatura in alto: il soprano Kim Eun Kyoung, in arte Benedetta Kim
Al centro: la copertina del Dvd registrato dalla Kim
Sotto: il Santo Padre raccolto in preghiera
In fondo: Benedetta Kim mentre viene premiata con il «Korea Sharing Awards» nel 2016; e mentre viene premiata con l'ancor più presigioso «Persons of the Year Award»






< Torna indietro

Dischi in Redazione Dvd in Redazione Libri in Redazione


Parliamone
Tedesco-Cardelli-Cardelli e il Secolo Breve
intervento di Athos Tromboni FREE

20220910_Fe_00_TrioCardelli_FabiolaTedescoFERRARA - Un programma di sala intelligente. E soprattutto stimolante. Ci riferiamo al concerto finale dell’Ensemble Musik Festival organizzato nello splendido Ridotto del Teatro Comunale “Claudio Abbado” dall’Associazione Ensemble. Il trio formato dalla violinista Fabiola Tedesco e dai fratelli Giacomo (violoncello) e Matteo Cardelli (pianoforte) ha proposto musiche di Luciano Berio (Sequenza VIII per violino solo), Salvatore Sciarrino (Notturno n.3 per pianoforte), Fabio Vacchi (Sonatina III per violoncello solo), Händel/Halvorsen  (Passacaglia in Sol minore per violino e violoncello) e Robert Schumann (Trio n.1 in Re minore op.63): come si vede, è un impaginato che affronta il misconosciuto repertorio del Novecento e il ben più frequentato repertorio romantico.
La scelta di quel programma è stata spiegata da Giacomo Cardelli al pubblico prima dell’inizio del concerto, con un breve discorso che ha testimoniato la predisposizione
...prosegui la lettura

VideoCopertina
La Euyo prende residenza a Ferrara e Roma

Non compare il video?

Hai accettato la politica dei cookies? Controlla il banner informativo in cima alla pagina!

Opera dal Nord-Est
Macbeth un gemito funesto
servizio di Rossana Poletti FREE

20230129_Ts_00_Macbeth_GiovanniMeoni_phFabioParenzan_TRIESTE - Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”.  L’ouverture dell’opera Macbeth, che il regista Henning Brockhaus e lo scenografo Josef Svoboda propongono in un mondo grigio, una petraia o qualcosa di simile, su cui a tratti compaiono tanti teschi ammassati uno sull’altro e fiumi di sangue vi scorrono sopra, mostra subito il tratto del lavoro
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Manon Lescaut cresciuta nel tempo
servizio di Athos Tromboni FREE

20230121_Fe_00_ManonLescaut_MarcoGuidarini_phFilippoBrancoliPanteraFERRARA - L'opera Manon Lescaut di Giacomo Puccini ha di fatto inaugurato la stagione lirica 2023 del Teatro Comunale "Claudio Abbado". Le attese non sono andate deluse per quanto riguarda lo spettacolo in sé, ma sono andate deluse invece per quanto riguarda la partecipazione del pubblico: la sera di venerdì 20 gennaio il teatro era
...prosegui la lettura

Vocale
Ottimo il Requiem verdiano
servizio di Nicola Barsanti FREE

20230110_To_00_VerdiRequiem_AndreaBattistoniTORINO - Il più sublime degli elogi funebri dedicati ad Alessandro Manzoni si compie nella Messa da Requiem di Giuseppe Verdi, capolavoro sinfonico  corale designato dal nuovo sovrintendente Mathieu Jouvin per l’inaugurazione della stagione concertistica 2023 del Teatro Regio di Torino.  Volendo brevemente contestualizzare quello
...prosegui la lettura

Ballo and Bello
Il Lago dei cigni incanta Ferrara
servizio di Athos Tromboni FREE

20230108_Fe_00_IlLagoDeiCigniFERRARA - Anche quest'anno, come fu per l'8 gennaio 2022, il Russian Classical Ballet ha fatto riempire il Teatro Comunale "Claudio Abbado" di spettatori, intere famiglie con figlioletti al seguito per il più classico dei balletti, quel Lago dei cigni che l'autore delle musiche, Piotr Ilic Chajkovskij, non ebbe il privilegio di veder trionfare sulle scene, egli
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Bohčmiens ai tempi della rivoluzione
servizio di Valentina Anzani FREE

20230104_Vr_00_LaBoheme_JonathanTetelman _EnneviFotoVERONA, 31 dicembre 2022 – La Bohème di Giacomo Puccini, messa in scena dalla Fondazione Arena di Verona al Teatro Filarmonico, ha visto sul palcoscenico un nuovo allestimento di Stefano Trespidi, rappresentato per le prime quattro repliche di inizio dicembre con cast diverso da quello della recita di Gala straordinaria del 31 dicembre
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Ovest
Il Pipistrello incorona Julia Knecht
servizio di Simone Tomei FREE

20230103_Ge_00_DieFledermaus_GENOVA - «Le passioni possono far musica. Ma soltanto musica senza parole. Perciò lopera è un assurdo… Nelloperetta, invece, lassurdità è sottintesa« (Karl Kraus, Detti e contraddetti). Apertura d’anno con il botto al Teatro Carlo Felice di Genova dove una spumeggiante produzione de Die Fledermaus di Johann Strauss ha dato il via al nuovo anno
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Il Pipistrello vola nell'assurdo
servizio di Athos Tromboni FREE

20221231_Fe_00_IlPipistrelloFERRARA - Nella presentazione di Il Pipistrello, operetta di Johann Strauss figlio su libretto di Carl Haffner e Richard Genée (tratta da “Le Réveillon” di Henri Meilhac e Ludovic Halévy) rappresentata per la prima volta a Vienna nel 1874, il regista e cantante Corrado Abbati, animatore della compagnia che porta da sempre il suo nome, adopera
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Eleonora Buratto e il 200° anniversario del Sociale
servizio di Laura Gatti FREE

20221229_Mn_00_EleonoraBurattoMANTOVA - Grande ritorno dei melomani la sera del 26 dicembre 2022 al Teatro Sociale per i festeggiamenti del 200° anniversario della fondazione del teatro cittadino, inaugurato il 26 dicembre 1822. Ospite d’eccezione il soprano di Sustinente, Eleonora Buratto, cantante affermata in tutto il mondo
...prosegui la lettura

Nuove Musiche
Omaggio a Nino Rota
servizio di Athos Tromboni FREE

20221204_Fe_00_ConcertoNinoRota_CirilloAdrianoFERRARA - La rassegna cameristica "Concerti al Ridotto" di Ferrra Musica ha ospitato oggi un Duo violino-pianoforte costituitosi un paio di anni fa: Marcello Corvino (violinista, direttore artistico del Teatro Comunale "Claudio Abbado" di Ferrara) e Carlo Beramasco (avvocato-pianista e vicepresidente dello stesso Teatro Comunale) hanno
...prosegui la lettura

Eventi
Non solo jazz al Torrione San Giovanni
servizio di Athos Tromboni FREE

20221202_Fe_00_JazzClub_TravagliEleonoraSoleFERRARA - Presentato alla stampa un nuovo progetto culturale del Jazz Club Ferrara: si tratta della visita guidata allo storico Torrione San Giovanni di via Rampari di Belfiore, sede del sodalizio ferrarese e monumento di importanza storica quale presidio di guardia e sede della dogana ferrarese ai tempi del Ducato Estense. Alla
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Marco Caselli Nirmal e le sue poli-immagini
FREE

20221202_Fe_00_MarcoCaselliNirmalFERRARA - Apre domani, sabato 3 dicembre 2022 alle ore 17,30, la mostra personale del fotografo Marco Caselli Nirmal allo Human Alien Studio di via Calcagnini 8 Ferrara.  La mostra di Caselli Nirmal intitolata «1977 - Improvvisazioni Fotografiche» (che sarà in parete fino al 9 dicembre) è un flusso di coscienza, una lunga serie di immagini
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Don Giovanni indigesto
servizio di Simone Tomei FREE

20221129_Lu_00_DonGiovanni_DanieleAntonangeli_FotoAlcideLucca_9LUCCA - Scrivo con notevole ed imperdonabile ritardo del Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart che è andato in scena al Teatro del Giglio di Lucca lo scorso mese di ottobre e me ne scuso con i lettori, con il Teatro e con gli artisti. La prima domanda che sorge spontanea è: perché? La scomparsa regista Cristina Pezzoli, ideò questa messiscena
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Ovest
Cenerentola fra ombre e luci
servizio di Simone Tomei FREE

20221128_Ge_00_Cenerentola_HongniWuGENOVA - Quando penso a Gioachino Rossini, mi si illuminano gli occhi, si drizzano le orecchie ed il mio cuore impazza di gioia. Da remote letture ho estrapolato una frase per configurare “il pesarese” attraverso queste parole di Stendhal allorché scriveva una prima, ma poco precisa biografia, Vie de Rossini: «Dalla morte di Napoleone
...prosegui la lettura

Jazz Pop Rock Etno
Pietro Tonolo e il Passpartout
servizio di Athos Tromboni FREE

20221127_Fe_00_TonoloPietroFERRARA - È in pieno svolgimento il cartellone d'eccellenza del Jazz Club Ferrara nello storico Torrione di via Rampari di Belfiore: ieri sera, 26 novembre 2022, il sodalizio ferrarese ha salutato l’edizione 2022 del "Passpartout", una collaborazione con il Bologna Jazz Festival costruita nel segno di un incrocio di amicizie artistiche cementate da
...prosegui la lettura

Prosa
Oylem Goylem dove il mondo č scemo
servizio di Athos Tromboni FREE

20221126_Fe_00_OylemGoylem_MoniOvadiaFERRARA – «Dico un sacco di fregnacce sugli ebrei e sull’ebraismo. Non sono né un maestro, né un dotto, anche se qualcuno tenta di farmici passare… io sono solo un saltimbanco, e tale voglio restare.»
La frase si trova nel capitolo introduttivo del primo libro stampato (o forse il secondo libro)
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Ottimo il cast dell'Ernani
servizio di Simone Tomei FREE

20221114_Fi_00_Ernani_JamesConlonFIRENZE - L’Ernani di Giuseppe Verdi latitava al Teatro del Maggio sin dal 1965.  L’allestimento di Leo Muscato è risultato una garanzia per il successo dell’opera; lineare, compatto, elegante come è nel suo stile con una trasposizione ai primi dell’Ottocento, ha reso la visione piacevole, serena e soprattutto armonica sia nei colori che
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Otello nel blu di Ciabatti
servizio di Rossana Poletti FREE

20221106_Ts_00_Otello_GiulioCiabatti_phFabioParenzanTRIESTE - Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”. «Non è un dramma della gelosia...» aveva affermato il regista Giulio Ciabatti alla conferenza di presentazione dell’Otello, andato in scena al Teatro Verdi di Trieste: «... la gelosia è solo l’apparenza, ma la scrittura musicale ci porta lontano, in un luogo in cui non c’è giustizia sociale e neanche
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Ovest
Béatrice e Bénédict in paradiso e in terra
servizio di Simone Tomei FREE

20221031_Ge_00_BeatriceEtBenedict_CeciliaMolinariGENOVA - La stagione operistica del Teatro Carlo Felice anche quest’anno apre con un titolo “atipico”, ma di sicuri impatto e risonanza: Béatrice et Bénédict di Hector Berlioz. È la prima partitura d’opera di questo musicista francese e rappresenta quasi la critica di un compositore inattuale che non vuol cedere a nessun potere esterno, alle
...prosegui la lettura

Dischi in Redazione
Alfredo d'Ambrosio revival tra Italia a Francia
FREE

20221031_Dischi_00_OperaOmniaDiAlfredoDAmbrosio_Copertina.JPGÈ uscito per Brilliant Classics (ed era stato interamente anticipato su YouTube), il cofanetto di 3 compact-disc che il Gran Duo Italiano composto da Mauro Tortorelli al violino e Angela Meluso al pianoforte hanno inciso tra il 2021 e il 2022. L'incisione discografica si avvale delle pagine riscoperte e rivitalizzate grazie all’opera di raccolta e
...prosegui la lettura


Questo sito supporta PayPal per le transazioni con carte di credito.


Gli Amici della Musica giornale on-line dell'Uncalm
Via San Giacomo 15 - 44122 Ferrara (Italy)
direttore Athos Tromboni - webmaster byST
contatti: redazione@gliamicidellamusica.it - cell. +39 347 4456462
Il giornale č iscritto al ROC (Legge 249/1997) al numero 2310