Pubblicato il 14 Giugno 2022
Presentato il cartellone del prossimo Festival di Danza Contemporanea del Teatro Abbado
Interno Verde e Interno con Traviata servizio di Athos Tromboni

20220614_Fe_00_PresentazioneDanza2022_CarolynCarlsonFERRARA - Presentato oggi il Festival di Danza Contemporanea 2022 del Teatro Comunale "Claudio Abbado" che prosegue anche per la prossima stagione nel solco delle novità e delle riconferme: negli anni questo Festival ferrarese è divenuto un punto di riferimento per tutto il panorana di danza italiano ed europeo, essendosi distinto proprio per novità e prestigio delle proposte.
Partenza il 17 settembre con la rassegna "Interno Verde Danza" e conclusione con la performance del pluiripremiato Saburo Teshigawara il 6 novembre 2022, per un totale di undici titoli.
Alla conferenza stampa erano presenti l'assessore alla Cultura del Comune di Ferrara, Marco Gulinelli, il direttore generale del Teatro Abbado, Moni Ovadia, e il direttore artistico Marcello Corvino.
Presenti quali ospiti anche Licia Vignotto (referente Interno Verde Danza), Giulio Petrucci (referente C.G.J. Collettivo Giulio e Jari) e Michele Merola (MM Contemporary Dance Company); in collegamento on-line hanno portato il loro saluto anche Eugenia Bacci (Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto), Roberto Zappalà (titolare dell'omonima compagnia di danza) e Monica Casadei (Compagnia Artemis Danza).
Prima della conferenza stampa, alla presenza del sindaco di Ferrara Alan Fabbri, è stata ufficilmente inaugurata la nuova biglietteria del teatro situata proprio di fronte al Castello Estense; e sono state presentate da Anna Rosa Fava anche le nuove divise che a partire dal prossimo spettacolo (1 e 3 luglio, Don Giovanni di Mozart) verranno indossate dalle maschere del Teatro Abbado («Abbiamo optato per il tailleur giacca e pantalone anche per le donne» ha detto la Fava).
Ecco in sintesi i contenuti del Festival 2022 di Danza Contemporanea.
Partenza dunque con la rassegna-nella-rassegna "Interno Verde Danza" dove si gioca con gli spazi verdi più suggestivi di Ferrara: sabato 17 e domenica 18 settembre 2022 alcuni dei palazzi con giardini più belli della città diventano un teatro a cielo aperto per performance site-specific. Ma quale anteprima che coinvolge le realtà locali più accreditate ecco che ad inaugurare il festival, venerdì 16 settembre alle ore 20, sarà l' Open Day Scuole di Danza, serata dedicata alle Scuole di Danza del territorio che presenteranno le proprie coreografie all'interno del loggiato del cortile del Castello Estense. Le scuole di danza ferraresi che hanno aderito all'Open Day sono: Jazz Studio Dance di Silvia Bottoni, ASD Vigarano Danza di Rita Smai, Scuola Zenit Bondeno di Marika Ferrarini, Ouverture di Melania Durca, Gruppo Teatro Danza di Anna Lolli, Dance Nation di Fabrizio Lolli, Luisa Tagliani e Hip Hop Room di Sabrina Lopez.
Il giorno successivo all'Open Day si consolida il format di "Interno Verde Danza" del Teatro Comunale di Ferrara, giunto alla seconda edizione, che porterà parte degli spettacoli in programmazione in quattro dei giardini ed edifici più belli della città, grazie alla collaborazione con la manifestazione Interno Verde a Ferrara 2022. In programma: Nicola Galli con Il mondo altrove al Chiostro di San Paolo; C.G.J. Collettivo Giulio e Jari con Evento nel Chiostro di San Paolo); Michele Merola con Short Stories (prima assoluta) con MM Contemporary Dance Company nel cortile di Casa Romei; CollettivO CineticO con O+< Scritture viziose sull’inarrestabilità del tempo a Palazzina Marfisa d’Este; e infine Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto con MicroDanze / Urban Setting e Punch 24 (con coreografia di Roberto Tedesco) a Palazzo Schifanoia.
Le performance di "Interno Verde Danza" saranno replicate più volte al giorno. Tutti gli spettacoli sono sabato 17 e domenica 18 settembre alle ore 11, 17.30 e 19, ad eccezione della performance a Palazzo Schifanoia che sono alle ore 12, 16.30 e 18.
Il Festival di Danza Contemporanea proseguirà poi a teatro tra ottobre e novembre con compagnie e coreografi di assoluto rilievo nel panorama internazionale. Tra gli ospiti più attesi ci sono Carolyn Carlson Company con la prima nazionale il 14 ottobre di The Tree (Fragments of poetics on fire) e Saburo Teshigawara (insignito del Leone d’Oro alla carriera per la Danza 2022), per la prima nazionale di Lost in dance (6 novembre) oltre alla Compagnia Artemis Danza / Monica Casadei (CorpiViolati #DJOperaNoir – in Prima assoluta – e Omaggio a Traviata 2011-2022) il 30 ottobre: questa serata riproporrà dopo 11 anni una sinteesi ("Omaggio") della bellissima performance ideata dalla Casadei sull'opera La traviata di Giuseppe Verdi; sarà sicuramente un felice ritorno.
Il programma prosegue il 22 ottobre con la Compagnia Zappalà Danza (Instrument Jam) e ospiterà per il penultimo spettacolo i 1° novembre la Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto (Double Side, con la nuova creazione di Danièle Desnoyers e Stabat Mater con coreografia di Norge Cedeño Raffo)

20220614_Fe_01_PresentazioneDanza2022_LaNuovaDivisa_facebook
20220614_Fe_07_PresentazioneDanza2022_InaugurazioneBiglietteria_AlanFabbri

 

20220614_Fe_03_PresentazioneDanza2022_LiciaVignotto 20220614_Fe_04_PresentazioneDanza2022_GiulioPetrucci
20220614_Fe_05_PresentazioneDanza2022_MicheleMerola 20220614_Fe_06_PresentazioneDanza2022_MoniOvadia

In chiusura di conferenza stampa, il direttore artistico Marcello corvino ha annunciato che con Monica Casadei e la Compagnia Artemis Danza e in fase di dettaglio un progetto triennale avendo a tema la lotta contro la violenza sulle donne e che come evento collaterale specifico sarà inaugurata il 30 ottobre 2022 una mostra fotografica di Marco Caselli Nirmal.

20220614_Fe_02_PresentazioneDanza2022_MarcelloCorvinoMarcoGulinelliMoniOvadia

Biglietteria  / Info utili e acquisti
Le vendite degli abbonamenti e dei singoli spettacoli, acquistabili anche on line su www.teatrocomunaleferrara.it e  www.vivaticket.com, inizieranno martedì 14 giugno.
Biglietti per Interno Verde Danza: intero 8 euro, ridotto 6 euro (presentando il biglietto di Interno Verde) e biglietto unico per tutti gli spettacoli 25 euro.
Biglietti interi degli spettacoli a teatro: da 7 a 35 euro (sono previste specifiche promozioni).
La Biglietteria è aperta: martedì e mercoledì dalle 16 alle 19, giovedì, venerdì e sabato dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 alle 19. Lunedì, domenica e festivi chiuso. Per informazioni: mail biglietteria@teatrocomunaleferrara.it, telefono 0532.202675 e sul sito www.teatrocomunaleferrara.it. Chiusura estiva da sabato 30 luglio, riapertura da martedì 23 agosto 2022.

Crediti fotografici: Fototeca gli Amici della Musica Uncalm
Nella miniatura in alto: Carolyn Carlson che aprirà gli spettacoli del Festival a teatro il 14 ottobre
Sotto: le maschere del Teatro Comunale "Claudio Abbado" con le nuove divise; il sindaco Alan Fabbri all'inaugurazione della nuova sede della biglietteria
Al centro in sequenza: Licia Vignotto, Giulio Petrucci, Michele Merola e Moni Ovadia
In fondo, da sinistra: Marcello Corvino, Marco Gilunelli e Moni Ovadia





Pubblicato il 02 Maggio 2022
Chiusura della stagione Opera-Danza 2021-2022 del Teatro Alighieri di Ravenna
Les nuits barbares ou premiers matins servizio di Attilia Tartagni

20220502_Ra_00_LesNuitsBarbares_HerveKoubicRAVENNA - Secondo e ultimo appuntamento della stagione ravennate “Opera-Danza” 2021-2022 con le sorprendenti creazioni del coreografo franco algerino Hervè Koubi, nominato nel 2015 Chevalier des Ars et des Lettres per la visione innovativa introdotta con il suo progetto coreutico. I quattordici danzatori si muovono in scena con potenza fisica e fluidità, assimilati in una massa unica o frammentati in rivoli di  forza bruta e di straordinaria agilità, evocando pratiche tribali e conflitti guerreschi, ma anche scorribande per le strade metropolitane, tanto più che il linguaggio adottato da Koubi amalgama elementi classici e breakdance,  salti acrobatici, volteggi in aria di corpi massici che planano con leggerezza inaudita roteando come dervisci e gesticolando come danzatori di hip hop.
Indistinguibili l’uno dall’altro, sono materia unica carnale di straordinaria e poderosa struttura, i grossi bicipiti e i muscoli scolpiti, capaci di vere e proprie prestazioni atletiche che superano i limiti della danza, in uno scenario cupo, dove l’unico orpello sono le maschere  gentili e luminosissime, che cancellano le individualità ingentilendone la forza; il passato si mescola all’attualità che Koubi definisce «tirannica e binaria, capace di cancellare le sfumature fra noi e gli altri, fra i civilizzati e i barbari
Nel viaggio per giungere a Ravenna è andato perso il baule con lame e coltelli e a mio parere non è stato un male. L’impatto emotivo è fortissimo anche senza armi, lo spirito di battaglia sopravvissuto alla civilizzazione è debordante. Anche quando le enormi gonnelle senza tempo lasciano spazio a jeans attillati, lo spirito guerriero continua a trionfare.

20220502_Ra_01_LesNuitsBarbares_phMichelCavalca 20220502_Ra_02_LesNuitsBarbares_phNathalieSternalski

20220502_Ra_03_LesNuitsBarbares_phPierangelaFlisi

Saranno gli echi non solo mediatici della guerra in Ucraina, sarà l’inquinamento di un pianeta sempre più sofferente e ribelle con risorse in via di esaurimento, ma sembra che in tutti gli spettatori serpeggi il timore che il confine fra civiltà e barbarie sia sempre più labile e che si faccia strada un ritorno ai primordi dell’umanità, del resto già presente in aree disagiate del mondo. Allora ha un senso anche riandare alle origini, alle radici geofisiche dell’esistenza.
Lo spettacolo, afferma Koubi,  «E’ un inno al Mediterraneo, alle nostre origini comuni  che si incrociano nelle acqua del Mare Nostrum … Non importa se siamo algerini, spagnoli, italiano o francesi, siamo prima di tutto mediterranei, è questa la nostra appartenenza ed è più antica delle nazioni
Basta scorrere i nomi dei quattordici danzatori per individuare tante diverse origini mediterranee perfettamente amalgamate. Quanto alla musica, si va dall’iridescente eclettismo di Wolfgang Amadeus Mozart alle seduzioni intimistiche di Gabriel Fauré, dall’incedere eroico di  Richard Wagner all’ipnotismo di musiche originali algerine: è una colonna sonora che miscela classicismo e sonorità popolari, ideata da Maxime Bodson con arrangiamenti di Guillaume Gabriel  che cura anche  costumi, maschere gioiello e accessori. I corpi sono scolpiti dalle luci caravaggesche di Lionel Buzanie contro una cupa oscurità notturna spezzata finalmente da qualche chiarore allusivo a un’alba di speranza, che respinga la notte rischiarando l’anima inquieta di chi si esprime solo con la forza e  facendo trionfare la luce della ragione sul male.
È una metafora antica come il mondo, adottata dal grande Eduardo De Filippo e fluita in tutti i linguaggi dell’arte, qui più che mai esaltata dall’espressività primitiva e colta insieme di questa danza.

20220502_Ra_04_LesNuitsBarbares_facebook_phRox

Crediti fotografici: Michel Cavalca, Nathalie Sternalski, Pierangela Flisi e Studio Rox per il Teatro Alighieri di Ravenna.
Nella miniatura in alto: il coreografo e regista Hervè Koubi
Sotto: istantanee varie sullo spettacolo





Pubblicato il 09 Gennaio 2022
Il pubblico ha gradito il ritorno del balletto dopo anni di assenza dalle tavole del Comunale
Con Lo Schiaccianoci riecco la classica servizio di Athos Tromboni

20220109_Fe_00_LoSchiaccianoci_Masha_PhMarcoCaselliNirmalFERRARA - Niente di perfetto, tutto di spettacolare. L'estrema sintesi del nostro giudizio sul balletto Lo Schiaccianoci (libretto di Marius Petipa e Vasili Vainonen, musica di Piotr Il'ic Chaikovskji) andato in scena sabato 8 gennaio 2022 nel Teatro Comunale "Claudio Abbado" potrebbe essere questa: niente di perfetto perché non abbiamo visto la millimetrica e precisissima danza degli aplomb, dei grand-jeté, degli arabesque e delle pirouette che caratterizzano le compagnie russe di lunga data e meritata fama. Tutto di spettacolare perché comunque la rappresentazione ha viaggiato su ottimi livelli di professionalità delle giovani e giovanissime ballerine e dei loro partner maschili. Così lo spettacolo è stato premiato dal pubblico che gremiva il teatro (intere famiglie, con figlioletti e figliolette al seguito) con calorosi applausi a scena aperta e con numerose chiamate al proscenio a fine serata, ovazioni comprese.
Lo Schiaccianoci inaugurava la stagione invernale e primaverile di Opera e Danza del Teatro Abbado e ha segnato il ritorno del balletto ottocentesco sulle tavole del principale teatro ferrarese, balletto ottocentesco che nelle ultime stagioni è stato rappresentato solo con "riduzioni" e "adattamenti" dei grandi classici costringendoli in stili di danza moderna o contemporanea, dove l'andare sulle punte è un modo a volte solo complementare di tutta l'espressività corporea affidata invece ad altre estetiche rispetto alla tradizionale danza classica.
Merito dunque del Russian Classical Ballet  diretto da Evgeniya Bespalova l'avere proposto a Ferrara la loro fedele versione dello Schiaccianoci chaikoskjiano.
Nelle dichiarazioni alla stampa locale, la Bespalova aveva detto: «La nostra compagnia si propone, già dalla sua fondazione avvenuta nel 2005 nella città di Mosca, di conservare la tradizione del balletto classico russo. Il Russian Classical Ballet è composto da un cast di ballerini diplomati nelle scuole coreografiche più prestigiose: Mosca, San Pietroburgo, Novosibirsk, Perm’.
Corpo di ballo e solisti, provenienti dalle principali compagnie, danno corpo a questo nostro ensemble.
Lavoriamo perciò con i migliori artisti delle migliori scuole russe di balletto.

20220109_Fe_04_LoSchiaccianoci_SchiaccianociMasha_facebook_phMarcoCaselliNirmal

Tra i ballerini emergenti - ha continuato la Bespalova - da tenere d'occhio sul palcoscenico ci sarà la coppia Elena Kabanova e Alexander Merkushev, che si distinguono per la loro straordinaria professionalità, per il rendimento e per la tecnica brillante.
La scenografia sarà tipicamente classica, perché intendiamo conservare le tradizioni del balletto classico russo e per quanto possibile seguiremo l'estetica della coreografia creata dai migliori maestri storici di balletto. Le nostre scene e costumi, pertanto, saranno classici e tradizionali.»
In quanto alla favola senza tempo dello Schiaccianoci, Evgeniya Bespalova non ha espresso dubbi: «... è uno spettacolo che rimarrà sempre senza tempo, per via della nostra fede nella bontà e nelle fiabe natalizie. Ognuno di noi, anche se adulto, è stato un bambino nel passato. Pertanto vogliamo tutti che il bene trionfi sempre sul male, perché questo ci dona speranza.»
E i bambini e le bambine alla fine dello spettacolo sono stati i più generosi di applausi, segno che il divertimento e il coinvolgimento della loro attenzione ha funzionato: infatti lo spettacolo visto a Ferrara, nella sua fedeltà all'originale pensato e realizzato da Petipa sulla splendida musica di Chaikovskji,  si basa sulla fiaba "Lo schiaccianoci e il re dei topi" di Ernst Theodor Amadeus Hoffmann, e racconta la storia di una ragazza (Masha nella versione russa; Clara nella traduzione italiana) che sogna il suo principe.
Tutto quanto avviene nei sogni di Clara è architettato dallo strano personaggio di Drosselmayer un po' buon mago e un po' cattivo spirito, che donerà alla bambina lo Schiaccianoci di legno; e lei lo coccola come fosse davvero vivo. Nella battaglia contro il Re dei Topi, lo Schiaccianoci, dapprima vincente, poi cade in pericolo: la giovane Clara, superando ogni paura, lancia la sua scarpetta e annienta il terribile Re dei Topi. Si rompe l'incantesimo: lo Schiaccianoci si trasforma in un bellissimo principe, che porta Clara nel suo Regno dei Dolci, dove la Fata Confetto condivide la gioia con tutti i bambini che, come la ragazza protagonista, possono ancora sognare. è una storia che attiva l'immaginazione, portando gli spettatori nel regno della fantasia.
Nella prima parte dello spettacolo lo Schiaccianoci di legno è interpretato da una ballerina en-travesti, poi quando si trasforma in un bellissimo Principe, appare in scena un aitante giovane danzatore (Alexander Merkushev).

 

20220109_Fe_01_LoSchiaccianoci_SchiaccianociDrosselmeyer_phMarcoCaselliNirmal20220109_Fe_02_LoSchiaccianoci_SchiaccianociMasha_phMarcoCaselliNirmal20220109_Fe_03_LoSchiaccianoci_Masha_phMarcoCaselliNirmal

20220109_Fe_06_LoSchiaccianoci_DanzeCaratteristiche_phMarcoCaselliNirmal

20220109_Fe_07_LoSchiaccianoci_finale_phMarcoCaselliNirmal

La coppia Clara / Schiaccianoci (Kabanova / Merkushev) ha catalizzato l'attenzione degli spettatori, mietendo applausi e ovazioni, ma vanno elogiati (senza poterli citare, perché la Compagnia russa non ha voluto mettere i nomi dei solisti sul programma di sala) anche gli altri e le altre che hanno dato rilievo allo spettacolo, come la Fata Confetto e i ballerini e ballerine delle danze caratteristiche (la danza della cioccolata, del caffè, del thè...)
Visto il successo ottenuto a Ferrara dal ritorno del balletto classico sulle tavole del Teatro Comunale Abbado, l'attesa adesso è per il prossimo appuntamento classico, la Giselle di Adolphe Adam in scena martedì 5 aprile 2022.

Crediti fotografici: Marco Caselli Nirmal per il Teatro Comunale "Claudio Abbado" di Ferrara.
Nella miniatura in alto: Elena Kabanova
Sotto in sequenza: un bell'arabesco della Kabanova sorretta da Merkushev
Al centro e in fondo: foto di scena negli scatti di Marco Caselli Nirmal






< Torna indietro

Ballo & Bello Operetta & Musical Musiche di Scena Prosa


Parliamone
Michelle Candotti non solo Chopin
intervento di Athos Tromboni FREE

20220513_Fe_00_MichelleCandotti_EnsembleMusikFestivalFERRARA - La pianista Michelle Candotti è ritornata a suonare nel Teatro Comunale "Claudio Abbado" otto mesi dopo il suo debutto nella città estense come concertista: nel settembre 2021 presentò un programma tutto incentrato su Fryderyk Chopin perché in quel periodo stava preparando la propria partecipazione al Concorso Internazionale Chopin di Varsavia, uno fra i più prestigiosi e difficili del mondo. Ebbene partecipò, arrivando fino alla semifinale: un risultato lusinghiero se si considera che già l'ammissione al concorso è uno scoglio niente affatto semplice da superare; e poi mediamente sono selezionati dai 150 ai 200 giovani pianisti da tutto il mondo, perciò la strada per arrivare alla finale è perigliosa e difficile e il raggiungimento almeno della semifinale è un risultato più che eccellente.
...prosegui la lettura

VideoCopertina
La Euyo prende residenza a Ferrara e Roma

Non compare il video?

Hai accettato la politica dei cookies? Controlla il banner informativo in cima alla pagina!

Opera dal Centro-Nord
In principio era ŦLe Willisŧ
servizio di Simone Tomei FREE

20220621_Lu_00_LeWillis_SeleneZanetti_phImaginariumCreativeStudio.jpegLUCCA - Il genio compositivo giovanile di Giacomo Puccini si cimentava nel concorso Sonzogno con un libretto di Fernando Fontana dal sottotitolo “Le Willis - leggenda in un atto e due parti”. Il componimento teatrale del venticinquenne compositore lucchese non fu ritenuto all’altezza di figurare tra i cinque lavori degni di menzione; ebbero
...prosegui la lettura

Nuove Musiche
Let's Prog che spettacolo!
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220621_Ra_00_LetSProg_GiovanniSollima_phMarcoBorrelliRAVENNA - Non l’avevamo dimenticata, l’invasione della città nel Ravenna Festival 2016 a opera di una schiera di violoncellisti ossessionati dal proprio strumento con cui coinvolgere e trascinare il pubblico donando emozioni e creando nuove sensibilità. A volte ritornano e chissà se sono ancora gli stessi di sei anni fa. Di certo non sono cambiati
...prosegui la lettura

Soci Uncalm
Saccon e Génot un gioiello di esecuzione
servizio di Gianluca La Villa FREE

20220619_Lucca_00_SacconGenotLUCCA - Chiesa dei Servi, 18 giugno 2022. Raramente abbiamo partecipato e assistito a un concerto per violino e pianoforte con un programma così fascinoso, coinvolgente, stimolante il duo degli artisti a realizzare una naturale e viva comunicazione al pubblico della loro arte.
È successo con il violinista Christian Joseph Saccon e il
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Carmen torna accolta dal tripudio
servizio di Athos Tromboni FREE

20220618_Vr_00_Carmen_ClementineMargaine_EnneviFotoVERONA – Doveva essere kolossal per celebrare il regista Franco Zeffirelli, e kolossal lo è stata questa Carmen inaugurale dell’Arena Festival 2022 perché al di là degli esiti ricercati da puristi e “intenditori”, o da filologi e “integralisti”, per la Fondazione veronese ciò che più conta (attenzione: diciamo ciò che più conta, non ciò che solo conta)
...prosegui la lettura

Ballo and Bello
Interno Verde e Interno con Traviata
servizio di Athos Tromboni FREE

20220614_Fe_00_PresentazioneDanza2022_CarolynCarlsonFERRARA - Presentato oggi il Festival di Danza Contemporanea 2022 del Teatro Comunale "Claudio Abbado" che prosegue anche per la prossima stagione nel solco delle novità e delle riconferme: negli anni questo Festival ferrarese è divenuto un punto di riferimento per tutto il panorana di danza italiano ed europeo, essendosi distinto proprio per
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Pagliacci e Al Mulino dittico interessante
servizio di Rossana Poletti FREE

20220600_Ts_00_Pagliacci_AmadiLagha_phFabioParenzanTRIESTE - Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”. Un dittico interessante quello proposto dal Teatro Verdi di Trieste, ultima rappresentazione della stagione, con i Pagliacci di Ruggiero Leoncavallo e Al mulino di Ottorino Respighi, quest’ultima un’incompiuta del maestro, che completata si presenta quindi in prima esecuzione mondiale.
...prosegui la lettura

Eventi
Luglio a teatro 2022
servizio di Athos Tromboni FREE

20220607_Fe_00_LuglioATeatro2022_LeoneMagieraFERRARA - Finite le stagioni tradizionali di lirica, prosa, concertistica, danza, il Teatro Comunale Claudio Abbado non si ferma neanche a luglio; un po' per dare continuità a una stagione ricca di serate e novità, un po' per sperimentare anche il nuovo impianto di climatizzazione che l'amministrazione comunale, su insistenza del Teatro
...prosegui la lettura

Prosa
A teatro vive il sogno illuminista
servizio di Athos Tromboni FREE

20220531_Fe_00_PresentazioneProsa2022-2023_MichelePlacidoFERRARA - È stata presentata la stagione di prosa 2022-2023 del Teatro Comunale "Claudio Abbado": saranno 12 spettacoli in abbonamento che spaziano dai grandi classici, agli autori internazionali, alle nuove drammaturgie. A questi appuntamenti (in programma il venerdì e il sabato alle 20,30 e di domenica alle ore 16), si aggiungono anche i
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Omaggio ad Anna Lolli
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220531_Bagnara_00_OmaggioAdAnnaLolliBAGNARA DI ROMAGNA (RA) - È stato un vero piacere domenica 29 maggio 2022 alle 17,30 ritrovarsi come prima della pandemia nell’Auditorium di Bagnara di Romagna,  noi abituali frequentatori del decentrato tempio della lirica e un bel numero di giovani, per il primo omaggio ufficialmente dedicato alla bagnarese Anna Lolli (10 settembre
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Le immagini parlanti di Costantini
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220531_Ra_00_Bruchure_GianlucaCostantiniRAVENNA - Da almeno due anni Ravenna Manifestazioni si augurava “il ritorno alla normalità”. E la normalità è tornata con la consuetudine della presentazione in presenza del 23 maggio 2022 della brochure in formato tascabile del calendario della XXXIII edizione del Ravenna Festival, impreziosita dalle immagini parlanti di Gianluca Costantini.
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Rigoletto ottimo il cast, ma...
servizio di Rossana Poletti FREE

20220508_Ts_00_Rigoletto_DevidCecconi_phFabioParenzanTRIESTE - Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”. Rigoletto è un uomo buono e cattivo allo stesso tempo. Un profondo cambiamento da quel cliché, che vuole che bene e male siano ben distinti, avviene per mano delle scelte musicali e di libretto da parte di Verdi con quest’opera. Il melodramma vive una svolta grazie al compositore di Busseto che osa,
...prosegui la lettura

Ballo and Bello
Les nuits barbares ou premiers matins
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220502_Ra_00_LesNuitsBarbares_HerveKoubicRAVENNA - Secondo e ultimo appuntamento della stagione ravennate “Opera-Danza” 2021-2022 con le sorprendenti creazioni del coreografo franco algerino Hervè Koubi, nominato nel 2015 Chevalier des Ars et des Lettres per la visione innovativa introdotta con il suo progetto coreutico. I quattordici danzatori si muovono in scena con potenza
...prosegui la lettura

Classica
Esa-Pekka Salonen e l'Orchestre de Paris
servizio di Edoardo Farina FREE

20220430_Fe_00_OrchestreDeParis-EsaPekkaSalonen_phMarcoCaselliNirmalFERRARA - Il penultimo concerto del filone orchestrale-sinfonico ospitato nella programmazione invernale 2021-2022 di “Ferrara Musica”, ha offerto il podio a uno dei più importanti direttori d’orchestra sulla scena internazionale, Esa-Pekka Salonen alla guida della ”Orchestre de Paris” presso il Teatro Comunale di Ferrara “Claudio Abbado”,
...prosegui la lettura

Classica
Marzadori e Freiles Animando Wolf Ferrari...
servizio di Gianluca La Villa FREE

20220425_Lu_00_MarzadoriEFreiesAnimandoWolfFerrari_AlanFreilesLUCCA - «Un concerto per lei, solo per lei» ... così Ermanno Wolf-Ferrari (1876-1948) dedicava nel 1943 a Guila Bustabo, violinista prodigio e sua ninfa Egeria della vecchiaia, il Concerto in re maggiore op.26 per violino e orchestra. E a distanza di quasi 80 anni l’afflato lirico che permea quasi ogni rigo di questo concerto è stato colto ed espresso da colei
...prosegui la lettura

Vocale
Il Prete Rosso č tornato a Ferrara consacrato
servizio di Athos Tromboni FREE

20220424_Fe_00_SacroVivaldi_FrancescoPinamontiFERRARA - Sacro Vivaldi. Antonio Vivaldi bandito da Ferrara ai suoi tempi (gli fu impedito di mettere in scena la sua opera, Il Farnace, nel 1739 per la censura del Cardinale Ruffo, legato pontificio nella città estense, che ne vietò la rappresentazione a causa del presunto legame illecito tra il Prete Rosso e la sua cantante prediletta, Anna Girò. La messa
...prosegui la lettura

Vocale
Requiem bello da svenire
servizio di Athos Tromboni FREE

20220410_Vr_00_RequiemCherubini_MatteoBeltrami_phMarioFinottiVERONA - Do minore. La solennità mischiata al dolore, o almeno questa è l'impressione che domina la musica scritta in quella tonalità. E non è un caso se la nostra tradizione culturale, nella settimana santa che precede la Pasqua di resurrezione, riesce a percepire la solennità mischiata al dolore come espressione del tragico percorso della passione
...prosegui la lettura

Eventi
Grandi cast per Arena Festival 2022
servizio di Athos Tromboni FREE

20220409_Vr_00_CastArenaFestival2022_SboarinaFedericoVERONA - Doppia conferenza stampa: al mattino a Milano, Grand Hotel et de Milan Sala Puccini, il pomeriggio nel foyer del Teatro Filarmonico di Verona, per ripresentare pubblicammente i titoli del 99° Festival Arena di Verona 2022 e dare i nomi dei cast delle 46 serate in programma dal 17 giugno al 4 settembre. Particolarmente soddisfatto, nel
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Pinocchio storia di un burattino
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220405_Ra_00_Pinocchio_JacopoRivaniRAVENNA - Teatro Alighieri. Pinocchio, creatura letteraria nata nel 1881-1882 dalla fantasia di Carlo Collodi e destinata all’infanzia, è entrata nell’immaginario collettivo di ogni generazione fino ai giorni nostri tradotta nel linguaggio cinematografico, fumettistico e della fiction televisiva. Il 26 e 27 marzo 2022 in versione operistica ha chiuso
...prosegui la lettura

Vocale
Requiem e altro in una sera d'aprile
servizio di Athos Tromboni FREE

20220404_Fe_00_RequiemFaure_BasilicaSanFrancesco_MarcoTitotto_phMarcoCaselliNirmalFERRARA - Buon afflusso di spettatori per il concerto a ingresso gratuito organizzato nella basilica di San Francesco ieri sera, 3 aprile 2022, dal Conservatorio di musica "Girolamo Frescobaldi" di Ferrara: come hanno precisato sia Mauro Vignolo (presidente del Coro Polifonico di Santo Spirito) che Fernando Scafati (direttore del Conservatorio
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Ernesto scappa sulla luna
servizio di Rossana Poletti FREE

20220403_Ts_00_DonPasquale__phFabioParenzanTRIESTE - Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”. «Ci siamo molto divertiti a mettere in scena questo Don Pasquale di Gaetano Donizetti» ha affermato il regista Gianni Marras alla presentazione dell’opera, avvenuta pochi giorni prima del debutto al Teatro Lirico ‘Giuseppe Verdi’ di Trieste. Ed è probabilmente questa la motivazione per cui l’allestimento
...prosegui la lettura

Concorsi e Premi
Premio alla carriera a Gabriele Sagona
FREE

20220328_Pd_00_PremioAllaCarrieraAGabrieleSagonaPADOVA - Sarà una domenica che i soci del Circolo della Lirica e del Circolo Unificato dell'Esercito non dimenticheranno quella del 27 marzo 2022, quando alla presenza di una sala gremita fino all'esaurito è stato conferito il Premio alla carriera al basso bergamasco (padovano di adozione) Gabriele Sagona, protagonista di un rapido e prestigioso
...prosegui la lettura


Questo sito supporta PayPal per le transazioni con carte di credito.


Gli Amici della Musica giornale on-line dell'Uncalm
Via San Giacomo 15 - 44122 Ferrara (Italy)
direttore Athos Tromboni - webmaster byST
contatti: redazione@gliamicidellamusica.it - cell. +39 347 4456462
Il giornale č iscritto al ROC (Legge 249/1997) al numero 2310